Tag Archives: allergeni

ctn.jpg

Gravità dell’asma

Asma intermittente  frequenza degli episodi nelle ore diurne inferiore a due volte a settimana  frequenza degli episodi nelle ore notturne inferiore a due volte al mese episodi gravi una volta o meno a settimana nel corso degli ultimi 12 mesi  sintomi indotti da esercizio fisico

adult-asthma.274ee2a2099b5f55d7ddd738a4779a7b-300x224.jpg

Epidemiologia dell’asma

L’asma bronchiale è una delle patologie più diffuse al mondo. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) gli asmatici sono in tutto il mondo tra 100 e 150 milioni. Secondo la Global Initiative for Asthma (Gina) le persone con asma sono addirittura 300 milioni, una ogni

asthma.jpg

Asma grave

Criteri per classificare l’asma come grave, sec. ATS: Criteri maggiori trattamento continuo con alte dosi di steroidi inalatori (ICS) trattamento con steroidi orali (OCS) continuo o quasi continuo (> 50 % dell’anno) Criteri minori necessità di usare quotidianamente farmaci di controllo oltre agli ICS (es.

Senza-titolo-3

Asma grave

L’asma colpisce il 7 % della popolazione occidentale; nella maggior parte si presenta come una forma lieve o moderata, ben controllata con le terapie standard dettate dalle principali Linee Guida. Tuttavia circa il 10 % dei soggetti asmatici presenta una forma d’asma più problematica, caratterizzata

asma

Asma allergico: nuove terapie

L’interazione medico-paziente si rivela sempre più l’arma vincente nella corretta diagnosi e nel corretto trattamento dell’asma grave:  è fondamentale anche nell’aiutare lo specialista ad individuare le cause di scatenamento di tale patologia e nell’impostare un atteggiamento comportamentale che aiuti il paziente a rimpossessarsi  della propria

meysenAV_sneeze.jpg

Classificazione delle riniti

Classificazione delle riniti Rinite allergica : a) intermittente; b) persistente Rinite non allergica: a) vasomotoria; b) gustativa; c) infettiva; d) eosinofila non allergica  o NARES Rinite occupazionale Altre sindromi rinitiche: a) ormonale: gravidanza, ciclo mestruale; b) farmaco-indotta: decongestionanti nasali, contraccettivi orali, antipertensivi, ASA, FANS, antidepressivi,

PH12-003_insert1.jpg

Il controllo dell’asma

I sintomi dell’asma possono risolversi nell’arco di ore o giorni, mentre i parametri funzionali (spirometria) possono tornare nella norma entro giorni o settimane; gli indici di infiammazione o lo stato di iperreattività bronchiale possono richiedere anche mesi per ridursi di intensità o scomparire. Originally posted

sn-asthmaH.jpg

Asma di difficile controllo

Circa il 10 % di tutti i pazienti asmatici è affetto da asma grave o di difficile controllo ed è proprio la gestione di tale tipo di asma che incide in maniera più significativa sulla morbilità e sui costi globali della malattia. Si definisce “Asma

asma-da-temporale_3712946805.jpg

Asma indotto da temporali

A volte gli asmatici riferiscono che i loro sintomi peggiorano in occasione dei temporali; la spiegazione è nel fatto che mentre una pioggia non violenta porta a terra i pollini e pulisce l’aria, l’acquazzone improvviso ed intenso abbassa i pollini presenti nell’aria e ne rompe

ST25400_big.jpg

Graminacee

Sono il principale componente di prati, praterie, pascoli, savane, steppe; negli ambienti urbani vegetano nei terreni incolti, lungo le scarpate, ai margini delle strade. Periodo di impollinazione: inizia in marzo-aprile (specie Italia meridionale) per raggiungere il massimo in maggio-giugno e decrescere d’estate. Originally posted 2014-04-05