Monthly Archives: novembre 2018

Chest-Examination-285x300.jpg

Palpazione

Alla palpazione si valutano innanzitutto l’espansibilità e l’elasticità del torace durante l’inspirazione, ponendo le mani a piatto con i pollici sulla linea paravertebrale all’altezza della 9- 10 costa. Il torace normale si espande simmetricamente e contemporaneamente sui due emilati all’atto dell’inspirazione (si parla altrimenti di

7_17772Figura-8-300x202.jpg

Emogasanalisi (EGA)

L’emogasanalisi (EGA) è un semplice esame che viene effettuato per valutare alcune malattie respiratorie. Consente di valutare la funzionalità del sistema respiratorio ed è l’unico esame in grado di stabilire la necessità di ossigenoterapia. L’emogasanalisi analizza la concentrazione dei gas disciolti nel sangue, registra la

asma-da-sforzo-300x203.jpg

Asma da sforzo

Lo sforzo fisico può essere implicato nella patogenesi dell’asma bronchiale in quanto determina: a) modificazione dell’osmolarità delle secrezioni in seguito all’eliminazione di vapore acqueo per iperventilazione (questo è anche il motivo per cui si consiglia di utilizzare nell’aerosol-terapia la soluzione fisiologica e non l’acqua distillata

cb03t1916002-300x223.jpg

Iperreattività bronchiale

Il soggetto asmatico, data la tipica variabilità della malattia, può però non essere ostruito e presentare una spirometria completamente normale. Così per la diagnosi funzionale d’asma è importante mettere in luce un altro aspetto della malattia, che è l’iperreattività bronchiale. Questo tratto fisiopatologico, che non

anatomy-of-asthma-300x228.jpg

Asma non atopico

In un’ampia parte della popolazione asmatica non è possibile reperire alcuna sensibilizzazione allergica. In questi pazienti il rilascio di mediatori è analogo a soggetti allergici ma spesso sono implicati i polimorfonucleati neutrofili anziché gli eosinofili. Numerosi possono essere i fattori causali: a) infezioni virali: non

ventilatoria-300x234.jpg

Scintigrafia ventilatoria

Si fa respirare al paziente dello Xenon133, il quale arriva fino agli alveoli ma non diffonde nel sangue. Tale metodica rileva quindi l’integrità della ventilazione. E’ utile soprattutto in associazione con la scintigrafia perfusoria per evidenziare aree ventilate ma non perfuse o viceversa. Originally posted

MRGE-021-300x265.jpg

Reflusso gastro esofageo

L’associazione di asma bronchiale e reflusso gastroesofageo è ormai ben nota e documentata. I meccanismi proposti sono due: una teoria “da reflusso” e una teoria “da riflesso”. Nel primo caso i sintomi respiratori sono causati dall’aspirazione di contenuto gastrico nell’albero bronchiale, nel secondo caso sarebbero

tosse-300x300.jpg

Tosse variante Asma

La tosse può essere uno dei primi segni del manifestarsi dell’asma; in tal caso si definisce Tosse variante Asma (Cough Variant Asthma CVA) e non si manifesta con le tipiche caratteristiche dell’asma come i sibili e/o la dispnea; è presente iperresponsività delle vie aeree. La

Flogosi. cronica. Flogosi acuta. Rimodellamento. delle vie aeree. Aumento della membrana basale, ispessimento fibrotico. della parete bronchiale. Liberazione di mediatori da cellule infiammatorie (iperemia, edema, broncospasmo) Infiltrazione di cellule. infiammatorie nella parete bronchiale, sfaldamento epiteliale.

Rimodellamento vie aeree

L’ispessimento della parete delle vie aeree è stato osservato in studi post-mortem di pazienti con stato asmatico. L’ispessimento della parete bronchiale è accompagnato da cambiamenti strutturali come l’ispessimento della membrana sottobasale, l’iperplasia delle ghiandole mucose e delle cellule caliciformi, l’aumento della vascolarizzazione, l’ipertrofia e l’iperplasia

07_busto-300x199.jpg

Ispezione

Si valutano la forma del torace e la sua simmetria statica. Devono essere osservate deformità della gabbia toracica (cifosi, scoliosi ecc.). La simmetria dinamica (durante una inspirazione profonda) considera se i due emitoraci si espandono contemporaneamente e nella stessa misura. Devono essere valutate le cicatrici,