Monthly Archives: luglio 2012

MRGE-021-300x265.jpg

Reflusso gastro esofageo

L’associazione di asma bronchiale e reflusso gastroesofageo è ormai ben nota e documentata. I meccanismi proposti sono due: una teoria “da reflusso” e una teoria “da riflesso”. Nel primo caso i sintomi respiratori sono causati dall’aspirazione di contenuto gastrico nell’albero bronchiale, nel secondo caso sarebbero

tosse-300x300.jpg

Tosse variante Asma

La tosse può essere uno dei primi segni del manifestarsi dell’asma; in tal caso si definisce Tosse variante Asma (Cough Variant Asthma CVA) e non si manifesta con le tipiche caratteristiche dell’asma come i sibili e/o la dispnea; è presente iperresponsività delle vie aeree. La

Flogosi. cronica. Flogosi acuta. Rimodellamento. delle vie aeree. Aumento della membrana basale, ispessimento fibrotico. della parete bronchiale. Liberazione di mediatori da cellule infiammatorie (iperemia, edema, broncospasmo) Infiltrazione di cellule. infiammatorie nella parete bronchiale, sfaldamento epiteliale.

Rimodellamento vie aeree

L’ispessimento della parete delle vie aeree è stato osservato in studi post-mortem di pazienti con stato asmatico. L’ispessimento della parete bronchiale è accompagnato da cambiamenti strutturali come l’ispessimento della membrana sottobasale, l’iperplasia delle ghiandole mucose e delle cellule caliciformi, l’aumento della vascolarizzazione, l’ipertrofia e l’iperplasia

image0081-300x218.jpg

Istiocitosi X

È una rara patologia interstiziale del polmone, legata al fumo, che colpisce prevalentemente i giovani adulti. Il tipo di cellula indicativo della malattia è la cellula di Langerhans di derivazione monocito macrofagica. Al microscopio elettronico è evidente una classica inclusione citoplasmatica pentalaminare definita granulo di

silicosis2-300x294.jpg

Silicosi

E’una pneumoconiosi da inalazione di silice (Si) libera. Il potere patogeno della silice è legato a: a) concentrazione della polvere nell’aria (deve essere superiore a 100 part/ml; b) volume delle particelle; c) temperatura (oltre i 1000- 1500 gradi il quarzo si trasforma in cristobalite); d)