Category Archives: Asma bronchiale

figure1a3.jpg

Asma fragile (brittle asthma)

L’asma instabile, detta anche brittle asthma, è una condizione in cui il paziente può passare nel giro di poche ore da una situazione di benessere respiratorio ad una condizione respiratoria molto critica. Pertanto una condizione funzionale normale può rappresentare una fase intercritica tra momenti anche

flu-clipart-child-has-got-flu-sneezing-cartoon-44759851

Riniti non allergiche

NARES (rinite eosinofila cronica non allergica) è caratterizzata da: sintomi perenni (prurito nasale, starnuti a salve, rinorrea) iposmia o anosmia eosinofilia allo striscio nasale in assenza di evidente sensibilizzazione allergica buona risposta ai corticosteroidi per via nasale Rinite da farmaci azione diretta: ACE-inibitori, reserpina, ASA,

starnuto.jpg

Rinite

Sulla base della prevalenza dei vari sintomi, i rinitici possono essere distinti in due categorie: sneezers – runners se prevalgono starnuti e rinorrea blockers se prevale la congestione nasale Originally posted 2014-04-12 13:20:57.

ST25400_big.jpg

Graminacee

Sono il principale componente di prati, praterie, pascoli, savane, steppe; negli ambienti urbani vegetano nei terreni incolti, lungo le scarpate, ai margini delle strade. Periodo di impollinazione: inizia in marzo-aprile (specie Italia meridionale) per raggiungere il massimo in maggio-giugno e decrescere d’estate. Originally posted 2014-04-05

allergia-gatto1.png

Allergia ai gatti

L’esposizione precoce alle sostanze allergiche (allergeni) può favorire l’insorgenza di sensibilizzazione allergica anche se è stato osservato che nei primi mesi di vita potrebbe avere un’azione protettiva, facilitando l’insorgenza di tolleranza immunologica. Infatti nella prima infanzia il contatto precoce con allergeni perenni e molto attivi

rinite-allergica_clip_image0021.jpg

Alterazioni strutturali nell’ Asma

Il  processo infiammatorio nell’asma è associato a “rimodellamento” delle vie aeree. Questo termine indica l’insieme delle alterazioni strutturali della parete delle vie aeree che comprendono: l’ispessimento della membrana basale sottoepiteliale, la desquamazione epiteliale, la formazione di nuovi vasi o neoangiogenesi e l’ipertrofia del muscolo liscio.

FIGURA1ASMA-300x225.jpg

Asma ed esercizio fisico

Se trattata in modo adeguato l’asma bronchiale non pone controindicazioni all’attività fisica. Anche il soggetto asmatico può fare qualsiasi attività fisica; bisogna però tener presente che nel soggetto asmatico durante uno sforzo si può verificare una iperreattività, cioè una crisi di broncospasmo (chiusura delle vie

asthma_lungs.gif

Asma: fenotipo asma da sforzo

Nell’insorgenza di broncospasmo da esercizio fisico potrebbero essere implicati meccanismi come raffreddamento o disidratazione del tessuto polmonare (a causa dell’inalazione di aria fredda e secca). I β agonisti a breve durata d’azione per via inalatoria prima dell’esecuzione dello sforzo rimangono i farmaci di prima scelta,

asma.jpg

Fenotipi asmatici

I fenotipi asmatici  corrispondono ad entità cliniche diverse, che sono però accomunaste dai sintomi indotti dal broncospasmo e dalla broncoostruzione: sibili, tosse, dispnea, costrizione toracica. Originally posted 2014-01-06 09:33:35.

olivo.jpg

Olivo

Pianta sempreverde tipica della regione mediterranea. Durante la stagione dell’impollinazione (maggio-giugno) libera grandi quantità di polline; è causa di numerosi casi di asma bronchiale, specie nell’Italia centro-meridionale ed in Liguria. Originally posted 2014-01-05 17:35:14.