Tag Archives: spirometria

CIMG0673-1024x768.jpg

Composite

I generi di maggiore importanza sono l’Ambrosia e l’Assenzio (o Artemisia): cresce nei giardini incolti, nei ruderi, ai margini di strade e sentieri; fioritura agosto-settembre. Originally posted 2014-01-04 17:33:14.

parietaria_diffusa_17.jpg

Parietaria

Cresce abbondantemente (specie nell’Italia meridionale) nelle fessure dei muri, sui ruderi e sotto gli alberi, al di sotto dei mille metri, con fioritura pressochè perenne, anche se di entità diversa da regione a regione. Originally posted 2013-12-05 17:30:15.

13357733-the-bronchial-tubes-of-healthy-person-and-a-person-suffering-from-bronchial-asthma-medical-poster-300x298.jpg

Asma bronchiale

Secondo le linee guida (dette GINA, Global INitiative for Asthma) dell’ O.M.S. l’asma bronchiale e’ una malattia infiammatoria cronica delle vie aeree che causa un aumento della responsività bronchiale che a sua volta  provoca episodi ricorrenti di respiro sibilante (wheezing), respiro corto, costrizione toracica e

cipresso_dell_arizona1.jpg

Cipresso

Tipico della regione mediterranea può provocare una sintomatologia rilevante specie nel periodo invernale, specie rinocongiuntiviti. Originally posted 2013-11-05 17:38:11.

figure1-300x227.jpg

Asma professionale

L’esposizione sul posto di lavoro a fumi e polveri è responsabile di una discreta percentuale di asma. L’esposizione può agire con diversi meccanismi: 1) irritativo: l’inalazione di alte concentrazioni di gas irritanti (acido fosforico, dietilendiammina, fumi di materie plastiche, ammoniaca, ecc.) determina danno dell’epitelio bronchiale

obesity.jpg

Asma infantile e obesità

Sindrome metabolica ed insulinoresistenza sembrano contribuire alla patogenesi dell’asma in bambini obesi. Secondo Erick Forno del Children’s Hospital of Pittsburgh negli adolescenti con o senza asma, l’insulinoresistenza è associata ad una riduzione del FEV1 e della FVC e la sindrome metabolica è associata ad una

13040819210_21.jpg

Asma professionale

E’ una patologia respiratoria occupazionale. Elementi determinanti per la sua corretta definizione sono la specificità per l’attività lavorativa e il rapporto di causalità tra la sostanza presente nel posto di lavoro e l’insorgenza della malattia. Secondo dati INAIL, nel 2000 l’asma occupazionale rappresentava l’1,5% delle

reflux_asthma_diagram_02_ENGL.jpg

Asma e comorbilità

Un ulteriore fattore che condiziona il controllo dell’asma è rappresentato dalla presenza di patologie associate. E’ noto, ad esempio, come condizioni quali il reflusso gastro-esofageo e la rino-sinusite cronica, se non opportunamente trattate, innescano meccanismi di stimolazione persistente sulla regolazione del tono bronchiale che possono

Asthma2-300x215.jpg

Asma da Aspirina

Nel 1922, Widal per primo descrisse la sindrome caratterizzata dall’associazione tra ipersensibilità all’aspirina, asma e poliposi nasale. La sindrome è caratterizzata da asma, rinite, congiuntivite e poliposi nasale, e spesso è scatenata da un’infezione virale a carico delle vie respiratorie. Si manifesta dopo l’ingestione di

img_3_4.jpg

Esame dell’espettorato

L’escreato può essere prodotto spontaneamente (cosa che si verifica in molte patologie polmonari) oppure essere indotto artificialmente. In quest’ ultimo caso si applica la procedura dell’espettorazione indotta (induced sputum), che consiste nel fare inalare al paziente un aerosol ultrasonico di soluzione salina ipertonica al 3-5%.