Monthly Archives: luglio 2020

rinite-allergica_clip_image0021.jpg

Alterazioni strutturali nell’ Asma

Il  processo infiammatorio nell’asma è associato a “rimodellamento” delle vie aeree. Questo termine indica l’insieme delle alterazioni strutturali della parete delle vie aeree che comprendono: l’ispessimento della membrana basale sottoepiteliale, la desquamazione epiteliale, la formazione di nuovi vasi o neoangiogenesi e l’ipertrofia del muscolo liscio.

pulmonary-function-fig5_large1.jpg

Resistenze delle vie aeree

La relazione che intercorre tra pressione di spinta (alveolare) e flusso generato alla bocca può essere valutata strumentalmente mediante la misura pletismografica della resistenza delle vie aeree (Raw). Esprimono una misura di pervietà delle vie aeree al flusso, molto utile per il monitoraggio delle patologie

image048.jpg

Test di diffusione

La capacità di diffusione polmonare al monossido di carbonio (DLCO) è utilizzata per studiare gli scambi gassosi polmonari. Una ridotta DLCO può rivelare diverse patologie polmonari. Misura la diffusione alveolo-capillare del monossido di carbonio (test del DLCO). Si effettua facendo inalare al paziente, con respiro

PET-300x263.jpg

PET

La PET (tomografia a emissione di positroni) è in realtà più una metodica metabolica che di immagine. Infatti rivela l’accumulo selettivo di glucidi radioattivi in determinate strutture che li utilizzano per la loro attività metabolica. Non sostituisce in alcun modo la TC per quanto riguarda

FIGURA1ASMA-300x225.jpg

Asma ed esercizio fisico

Se trattata in modo adeguato l’asma bronchiale non pone controindicazioni all’attività fisica. Anche il soggetto asmatico può fare qualsiasi attività fisica; bisogna però tener presente che nel soggetto asmatico durante uno sforzo si può verificare una iperreattività, cioè una crisi di broncospasmo (chiusura delle vie