Yearly Archives: 2020

asthma-presentation-3-7281.jpg

Asma fragile (brittle asthma)

Si presenta con variabilità caotica del picco di flusso espiratorio (PEF) nonostante trattamento ottimale, oppure con attacchi di asma gravi ed improvvisi, senza evidente causa scatenante ed in pazienti apparentemente ben controllati dalla terapia. Originally posted 2013-01-06 12:00:01.

what-post-nasal-drip

Post-nasal drip

Le infezioni respiratorie virali inducono riesacerbazioni dell’asma sia negli adulti che nei bambini. I virus respiratori stimolano la sensibilizzazione allergica; danneggiano l’epitelio delle vie aeree, inducendo disepitelizzazione ed attivazione dei recettori vagali irritativi; inducono infiammazione delle vie aeree inferiori, anche per azione dei mediatori chimici

Asthma2-300x215.jpg

Asma da Aspirina

Nel 1922, Widal per primo descrisse la sindrome caratterizzata dall’associazione tra ipersensibilità all’aspirina, asma e poliposi nasale. La sindrome è caratterizzata da asma, rinite, congiuntivite e poliposi nasale, e spesso è scatenata da un’infezione virale a carico delle vie respiratorie. Si manifesta dopo l’ingestione di

Pneumonia6-300x270.jpg

Polmoniti interstiziali

Caratteristica comune a tutte le polmoniti interstiziali è la discrepanza, specie nelle fasi iniziali della malattia, fra quadro radiologico ed obiettività clinica (si parla infatti di polmoniti atipiche). La presentazionee clinica può variare molto per estensione e gravità a seconda degli agenti eziologici coinvolti e

F1.large_2-300x178.jpg

Sarcoidosi

La sarcoidosi è una malattia granulomatosa cronica sistemica  con prevalente interessamento polmonare, ad eziologia sconosciuta. La lesione elementare è il granuloma sarcoideo, che non ha mai necrosi caseosa; sono rilevabili alterazioni della risposta immunitaria sia locale che sistemica e della cellularità polmonare. La prevalenza è

IPF1-300x300.jpg

Fibrosi polmonare idiopatica

Venne descritta per la prima volta da Hamman-Rich come malattia rapidamente progressiva ed infatti l’eponimo è rimasto per anni ad indicare genericamente la malattia. Attualmente si preferisce usare il termine di FPI o alveolite fibrosante criptogenetica riservando l’eponimo alla sola forma rapidamente progressiva. La prevalenza

img_3_4.jpg

Esame dell’espettorato

L’escreato può essere prodotto spontaneamente (cosa che si verifica in molte patologie polmonari) oppure essere indotto artificialmente. In quest’ ultimo caso si applica la procedura dell’espettorazione indotta (induced sputum), che consiste nel fare inalare al paziente un aerosol ultrasonico di soluzione salina ipertonica al 3-5%.